Notizie - Gufi

chouette

Sotto i neri tassi che li riparano
i gufi stanno allineati come dei stranieri,
e dardeggiano all’intorno il loro occhio rosso.
Meditano.

Staranno senza muoversi
sino all’ora malinconica in cui,
spingendo via il sole obliquo,
le tenebre regneranno.

La loro posa insegna al saggio
che bisogna in questo nostro mondo
guardarsi dal tumulto e dal movimento;

l’uomo, inebriato da un’ombra che passa,
porta su di sé il castigo del suo aver voluto mutare
 
(Charles Baudelaire - Collezione: I fiori del male)